english italiano facebook Associazione culturale

Home / Catalogo / DINTORNI DI ROMA / FRASCATI E LO SPLENDORE DELLE VILLE TUSCOLANE.

FRASCATI E LO SPLENDORE DELLE VILLE TUSCOLANE.

VILLA MONDRAGONE. VILLA GRAZIOLI, I GIARDINI DI VILLA ALDOBRANDINI.

Ville e giardini di Frascati raggiunsero il loro massimo splendore intorno al secondo decennio del XVII secolo. La vicinanza di Frascati a Roma faceva sì che a distanza di secoli si ripetesse per il suo territorio un uso analogo a quello che se ne era fatto in età romana, quando il colle del Tuscolo era stato prescelto come sede preferita di ville e giardini da parte dei più potenti ed illustri cittadini romani, tra i quali Catone, Lucullo e Cicerone

A partire dal Cinquecento le famiglie della nobiltà papale trasformarono gli antichi castelli tuscolani in lussuose residenze per gli ozi estivi,il raccoglimento e la preghiera . Esse finirono col diventare un vero e proprio elemento distintivo, e per questo furono incaricati grandi architetti e celebri pittori.
 

Villa Mondragone, sulla strada che da Frascati conduce a Monte Porzio Catone, fra una fitta vegetazione arborea, in prossimità del misterioso sito archeologico del Barco Borghese, intrigo di ambienti sotterranei, sorge sulla fondamenta di un antica villa romana appartenuta ai consoli Quintili. Nella villa si insedierà il cardinale Ugo Boncompagni futuro Papa Gregorio XIII, che qui nel 1582 promulgò la bolla papale Inter gravissimas, diede avvio alla riforma del calendario oggi in uso che porta il suo nome, il Calendario Gregoriano. . Questo papa aveva come stemma araldico un drago, da cui prese il nome la villa, Mon-dragon-e.

Villa Mondragone ebbe il suo massimo splendore durante l'epoca della famiglia Borghese, con il cardinale Scipione Borghese ed il papa Paolo V.

Furono ospiti di questa villa papi come Clemente VIII e Paolo V.

La villa è affidata all’Università di Tor Vergata per sue attività istituzionali.

.Villa Grazioli fu costruita nel 1580 dal cardinal Antonio Carafa,ma nel 1591 la proprietà della villa andà al cardinal Ottavio Acquaviva, marchese di Atri, che la concede in uso a Papa Paolo V e ai suoi parenti.Vari proprietari si successero negli anni seguenti,fino al 1870 quando il duca Pio Grazioli intraprese importanti restauri anche nel parco.

La villa è decorata da importanti gli affreschi seicenteschi e settecenteschi che adornano buona parte delle stanze e della galleria al secondo piano, attribuiti a vari pittori noti come Agostino CiampelliGiovanni Paolo Pannini e Antonio Carracci.

Oggi ospita una struttura alberghiera di lusso.

Villa Aldobrandini (conosciuta anche come Villa Belvedere) è una delle più importanti ville di Frascati. Sorge su un'altura panoramica che sovrasta l'ingresso alla cittadina, ed ha una storia plurisecolare, divisa tra importanti famiglie e papato. Fu costruita per il cardinale Pietro Aldobrandini, nipote del Papa Clemente VIII .

I lavori  richiesero quattro anni, dal 1598 al 1602 e furono diretti dall'architetto Giacomo della Porta, successivamente completati intorno al 1621 dagli architetti Carlo Maderno e Giovanni Fontana.

All'interno della villa,oggi proprietà privata,vi sono affreschi di artisti barocchi e manieristi come i fratelli Zuccari, il Cavalier d'Arpino ed il Domenichino. Di particolare interesse la Sala del Parnaso

Visita e degustazione.

PROGRAMMA:

-Appuntamento : ore 9:00 Stazione bus Cotral Anagnina

-Bus privato a disposizione dei soci per l’itinerario completo

-Degustazione di olio e vino a Villa Aldobrandini

-Trasferimento a Frascati e pranzo libero

-Partenza per Roma ore 16 circa

 

E’ richiesta la partecipazione minima di 20 soci

 

 


 

 

Photogallery

Siamo anche su:

© 2017 Associazione Culturale Polymnia C.F.97926660586 | Note legali | Privacy | CMS & Web Design